Come costruire uno studio fotografico?

Tour del mio studio



Magari sei in difficoltà per quanto riguarda l'organizzazione del tuo studio fotografico perché non hai idea di cosa possa servire o come organizzare lo spazio.


Può essere che dove vivi gli affitti siano molto costosi...


Lo so bene... abito a Milano e avere uno studio a volte per molti è un lusso.


Io stessa agli inizi della mia carriera di Fotografa di Ritratto freelance non avevo uno studio e mi sono organizzata in due modi:


1. affittare a ore lo spazio fotografico allestito;

2. allestire uno spazio in casa.


Presto, però, ho compreso che per una carriera freelance professionale degna di questo nome e anche per mia "forma mentis" (ho bisogno di una mia comfort zone dove tornare sempre in sicurezza) nessuna delle due situazioni era perseguibile e ho quindi cercato degli spazi dove stabilirmi in pianta stabile.


Dal 2017 ad oggi (inizio 2022) ho cambiato 4 studi fotografici e finalmente ho trovato casa in questo posto magico che è Milano Haus, in Via Carlo Torre 19.


Ma... enough about me: in questo video voglio mostrarti i "portrait studio essentials", quelle cose che non devono mancare mai in uno studio di ritratto.


In questo video troverai qualche idea e consiglio, in modo spassionato da una che lo fa per lavoro da 5 anni ma che è nata "fotoamatrice squattrinata" che ha beneficiato molto dell'arte dell'arrangiarsi.


Questo lo dico perché non voglio passare l'idea che tutti i fotografi e fotografe debbano iniziare con super studi stile Hollywood :)


Molte mie amiche e colleghe americane e fuori Italia sono organizzate in "homestudios" a volte anche molto piccoli eppure lavorano da matti.


Questo anche per dire che l'aspetto iper professionale "per sé" non è sempre sinonimo di "essere capaci di trovare e avere clienti" (però alla lunga, assolutamente va perseguito).


Per chi di voi, invece, è fotoamatore vuole organizzarsi in casa vi dico solo: state attenti agli spazi stretti o "corti" perché più tenete il soggetto lontano dallo sfondo e meglio rende l'immagine.


Nello spazio più stretto tenete anche da conto i riflessi "ghost" che possono entrarvi in macchina: se avete una parete colorata molto vicina al soggetto rischiate, per esempio, di avere una dominante di colore che acquisite nell'immagine.


Piccole cose che spero vi possano aiutare a riflettere sul set up del vostro home studio.


Per il resto vi serve:


1. Luci Flash

2. modificatori di luce (softbox, octabox, beautydish, ecc...)

3. sedute (sgabelli, sedie, poltrone, divani, apple boxes)

4. pannelli riflettenti

5. sfondi (che siano di carta fotografica, vinile, stoffa sta a te decidere)


6: aggiungo un punto che trovo fondamentale per mia esperienza: altezza del soffitto di almeno 3 metri e ampiezza degli spazi.


Spero che il video ti sia utile per iniziare a farti una idea di come organizzarti uno studio, anche in casa, nonostante tu abbia meno spazio dedicato, si può fare.


Se hai domande, curiosità e suggerimenti per gli argomenti che posso trattare nei prossimi video di questo tipo lasciami un commento su YouTube.







Miei corsi online e workshop in presenza per fotografi e fotoamatori clicca qui: PORTAMI AI CORSI


gif



Post recenti

Mostra tutti