Visuals are powerful: Personal Branding


Insomma, pare che il nostro cervello sia abituato da millenni a elaborare le informazioni che vede sotto forma di immagini in modo molto più rapido rispetto a quelle testuali.

Sarà che dalla notte dei tempi iniziamo a comprendere in modo innato quello che il mondo rappresenta per noi prima di tutto per le immagini che ci si presentano davanti e, solo in seguito, se ce lo insegnano, impariamo a parlare, e poi a leggere e scrivere?

Qualsiasi sia il caso, non è più un segreto (forse non lo è mai stato) che le immagini stiano dominando il mondo: dell'intrattenimento, del business, del marketing, della vita personale.

Mediamente in una settimana quanto tempo passi a guardare foto e video sul tuo smartphone: social media, infografiche, educational, ecc...?

Quanto tempo passi a leggere un libro? Sì, di carta...?

Io non sono una che fa Comunicazione nel senso stretto del termine ma ho capito, dopo anni di studio nell'ambito dello storytelling, delle scienze della narrazione e della fotografia e, soprattutto negli ultimi due anni, come imprenditrice con l'arduo e costante compito di presentare me stessa al mondo, che per emergere nel proprio mercato la cura della propria immagine è cosa imprescindibile.

Ovvio che senza contenuti di qualità anche una buona immagine conta poco; ma vi assicuro che spesso e volentieri ho visto il contrario: buone immagini corrispondono (quasi) sempre a contenuti di qualità perché dietro c'è la cura di ogni aspetto comunicativo.

Un'altra cosa posso dire di aver osservato soprattutto dai miei clienti: è difficile stare davanti all'obiettivo.

La macchina fotografica inibisce anche chi è più avvezzo a questo medium.

Eppure non si può più avere paura dell'obiettivo!

Le nuove generazioni nascono col tablet in mano, Tik Tok e Snapchat stanno conquistando il mondo. L'urgenza di adeguare la nostra comunicazione ai nuovi mezzi di diffusione di contenuti è alta: come acquisiranno le informazioni utili a comprare, i nostri giovani prospect?

Se anche tu hai paura della macchina fotografica non oso pensare quanta tu ne abbia del video... E sai una cosa? Non puoi più permettertelo.

Allora ti invito: scrivimi o contattami per fissare una sessione di ritratto con me. Inizia a pensare alla tua immagine come vista da qualcun altro e inizia a liberarti dalla paura dell'obiettivo.

Ricordati: una foto "che ferma lo scroll" arriva 60mila volte più velocemente al cervello e comunica più rapidamente che tante belle parole... i ritorni potrebbero essere impensabili.

Fonti principali:

In the Blink of an Eye, MIT News on Campus and around the World;

Visual Marketing: A Picture’s Worth 60,000 Words, Business2Community

#personalbranding #fotografadiritrattomilano #migliorritrattomilano #businessheadshot #studiofotograficomilano #milanportraits #portraiture #businessportraits #fotografiaprofessionalemilano #fotografafemminilemilano

| Milano (20142) | visualstory1@gmail.com | telefono: 00393500837010 | P.IVA 09815480968 |