Ho vinto il mio primo concorso di ritratto


Oggi ho vinto il mio primo concorso fotografico!

Sono così felice e orgogliosa...

Il concorso, organizzato dall'Archivio Fotografico Italiano, A.F.I. insieme con Epson DigiGraphie aveva come tema "Dal Ritratto al Nudo d'Arte".

La cosa più bella, oltre al primo premio, è stato ricevere la motivazione alla scelta della giuria.

La ricorderò per sempre perché ci riconosco tantissimo i tratti della mia fotografia verso il quale vorrei andare sempre di più.

Sono come una superficie riflettente che cattura sogni, adorabili e inquietanti, in una dimensione atemporale in cui si colgono fragilità e debolezze. Il fluttuare dei colori intensi, esprimono sentimenti, desideri, paure e istinti, a tratti seducenti. La costruzione compositiva rivela capacità interpretative, che pongono il soggetto tra verità e sogno.

Motivazioni della giuria A.F.I. per assegnazione del primo premio

“Dal Ritratto al Nudo D’Arte”

2° Epson DigiGraphie Photo Contest, Castellanza, aprile 2015

Cosa ho imparato oggi?

Non abbandonare mai i tuoi sogni, non darli mai per scontati e prendi le tue decisioni per renderli realtà!

Questo ho imparato!!!

Questo concorso stavo per saltarlo perché non avevo il tempo (la voglia?!) di scegliere 3 foto e mandarle.

Il mio amico Geba mi ha ricordato per oltre un mese la scadenza di questo bando e io stavo per non partecipare comunque, gliele sarò sempre grata.

Come ho scelto le immagini?

Ho mandato 3 immagini, scegliendole tra quelle che io amavo di più tra il mio portfolio, con la convinzione che non sarebbero piaciute alla giuria.

Le ho scelte unicamente seguendo il mio istinto e seguendo gli sguardi delle mie protagoniste.

Mi sono fidata di quello che avevo da dire e questo, questa volta, è bastato.

Ora che so che sarà possibile proseguire su questa via, cercherò di raffinare sempre più lo stile e la tecnica, facendo attenzione a tutti i dettagli, alle dinamiche della luce nello scatto e alla storia che voglio raccontarci.

Mandando una serie è importantissimo che la storia che tutta la serie racconta sia coesa e coerente e che il tema si legga in ogni singolo scatto come in tutti insieme.