Ho conosciuto Federica dopo aver ammirato a lungo e da lontano i suoi ritratti, compresi quelli fatti ad un'amica comune.

Ho trovato in lei una splendida professionista e una persona squisita e gentile, che trasmette energia e tranquillità allo stesso tempo; empatica.

Alla fine della nostra sessione - nella quale per altro mi sono divertita moltissimo - sono uscita con un numero infinito di immagini, una più bella dell'altra: la mia faccia è quel che è, ma lei ha catturato l'essenza e ha saputo tirare fuori aspetti della personalità- i miei true colors - che erano imprigionati.

 

Avevo bisogno di foto "da lavoro", sono uscita con un book di ritratti autentici. Grazie!

ritratto-milano-belleza-donna-federica-nardese

"Crisalide. Non ancora "conclusa", ma in preparazione per la metamorfosi.

 

Così mi sento, pensando a questo momento. Non per l'immobilità e l'attesa insite nel bozzolo, ma quanto per tutto il lavoro e tutta la vita che hanno portato il bruco ad essere quasi una farfalla.

 

Se mi riguardo indietro è questo che vedo.

Piccoli passi verso di me, verso quella che vorrei essere, verso come vorrei essere.

 

Passi difficili, passi bellissimi, passi titubanti, passi entusiasti, passi sbagliati...

 

E tanti passi fatti anche in questo 2020. Quando tutto si è fermato (lavori e relazione sentimentale compresi), mi sono rimasta solo io. Ed è stato bellissimo. Ascoltarmi, assecondarmi, coccolarmi, accogliermi, accettare quello che provo e sento, essere gentile con me... Non è (stato) sempre facile, a volte doloroso, ma bellissimo.

Aver avuto la fortuna di poter stare con me, mi ha permesso di connettermi in maniera più forte alla mia pancia, al mio istinto. Ho fatto anche scelte che poi ho reputato stupide, naturalmente.

 

Ma mi hanno dato la possibilità di confermare alcuni lati di me, come la tenacia, la fiducia negli altri 'nonostante'; e di scoprirne altri, come il coraggio. Mi sono scoperta coraggiosa, proprio quando ho toppato alla grande.

 

Non mi sento arrivata da nessuna parte, ma sto amando il percorso. E chi ama i pellegrinaggi dice che più importante della meta è il tragitto. Ora sento proprio forte questa "voglia" di rinascita.

 

Sto preparando le mie ali, non vedo l'ora di poterle dispiegare e volare in alto."

meri-stampa-mostra-portrait-cm_edited.jpg

“Il mio incontro con Federica, mi è stato consigliato da un amico, in un momento della mia vita, in cui non riuscivo proprio ad organizzarmi, in poche parole mi sentivo una “fallita”.

 

Lo scrivo adesso, ma a fatica riuscivo a dirlo.

 

Il sorriso di Federica, le sue parole, gli incontri che avvenivano, mi facevano acquisire le mie energie, e la rinascita è assicurata.

 

Grazie a lei, ho ritrovato la parte più profonda di me, la forza ed il coraggio di credere sempre in me stessa, e di fare con quello che ho, senza perdere di vista l’obiettivo finale.

 

Consiglio Federica a tutti, anche solo per “riordinare le idee”. 

FRC_2856 (1).jpg
FRC_8541-federica-nardese.jpg

Unica! Ha saputo scovare un lato di me che non conoscevo!

 

Semplicemente Grazie

FRC_5928-federicanardese.jpg
FRC_6004-federicanardese.jpg

Farsi fotografare da Federica è stato come spalancare una porta sulla mia anima per lasciarla entrare.

 

Lei sa vedere chi sei "veramente", ti guarda dentro attraverso il suo occhio fotografico.

 

L'aspetto esteriore non conta, perché attraverso i suoi occhi ti senti sempre bella e SEI bella.

 

Sa rispettare le tue fragilità ed insicurezze e le trasforma con la sua dolcezza e la sua professionalità.

"La mia storia inizia dal dolore. Un dolore lancinante e lacerante.

 

È il dolore che si prova ad essere costantemente rifiutati. Rifiutati non perché sbagliati, ma perché "mai abbastanza".

Nonostante gli sforzi, l'impegno e i buoni propositi, nonostante la passione, l'amore e l'attenzione che ci si possono mettere, dall'altra parte arriverà sempre "mai abbastanza".

Mai abbastanza alta, mai abbastanza magra, mai abbastanza interessante, mai abbastanza bella, mai .... Mai.

 

D'altronde si sa, se nasci tondo, non puoi morire quadrato, giusto? Così se nasci "sfigata", non puoi essere vincente o popolare. Vivo entrando e uscendo dalle vite delle persone in punta di piedi, portando dentro di me il peso di quel "MAI".

 

Eppure dentro senti di avere fuoco e fiamme, un inferno chiassoso e mai quieto di energia, rabbia, voglia di rivincita, voglia di rinascita...

Dentro ho coltivato mondi, ho allevato sogni e dato vita alle più splendide speranze.

 

Un Paese delle Meraviglie da cui non voglio più uscire.

 

Ho costruito quei mondi fin dalla tenera età, promettendomi ingenuamente che un giorno quei mondi avrebbero costituito la mia vita reale. Mondi fatti di viaggi, di meravigliose avventure, fragorose risate con gli amici, un infinito amore, un'insaziabile desiderio di libertà, un sorriso sempre stampato sul viso anche in barba ai falli più duri della vita.

 

Partecipando al tuo "Voglia di rinascita" ho provato a vedermi ritratta come quella donna che abita nel mio personale Paese delle Meraviglie, la me stessa come Alice, che avrebbe dovuto rendere tutto possibile, tutto reale.

 

L'ho fatto perché, forse, guardandomi, avrei potuto non perdere le speranze che la mia fiaba diventasse realtà.

 

Guardandomi, attraverso i tuoi occhi attenti, avrei forse avuto voglia di uscire, di riprovarci ancora a RINASCERE e infine, ESSERE.

Ritratto-gravidanza-maternità-personalbr
Ritratto-contemporaneo-personalbranding-
Ritratto Fineart per Signora.jpg

Rinascita una esperienza meravigliosa! Ogni volta ti riscopri ti reinventi ogni volta scopri un pezzo in più di TE.

 

Sono alla versione 5.0 di me.

 

La vita mi ha regalato tante sfide un incidente che mi ha troncato la mia carriera sportiva professionale, un figlio perso, un divorzio, un fallimento della mia azienda ma ogni volta queste esperienze mi hanno dato una possibilità di farne una esperienza unica attraverso cui comprendere il PERCHÉ degli eventi e ogni volta sono risorta dalle ceneri proprio come l’ARABA FENICE.

 

Più forte nella vulnerabilità più centrata nella mia insicurezza alla conquista di nuove mete di nuovi successi di nuove motivazioni. 

 

AMO profondamente la VITA e sono grata alla VITA di tutto ciò che mi ha regalato perché dietro ogni insuccesso si nasconde una perla di verità da conoscere ed apprendere.

 

Oggi a 55 anni mi sento piena di ciò che sono, felice e realizzata Forte e fragile, Donna e femmina, fiera di manifestare la mia energia integrata femminile e maschile.

 

Mamma, moglie, imprenditrice, ricercatrice, alchimista e tanto altro.

 

Sì perché nonostante tutto le rinascite mi hanno dato l’occasione di raggiungere ogni mio desiderata e ogni celebro tutte le mattine la Vita e ringrazio ogni persona che incontro per il messaggio che mi darà e resto aperta a ricevere i DONI che ogni giorno arrivano.

 

Ho imparato a seguire il FLUSSO della Vita! Come? È una questione di allenamento!

 

Viva la Vita e viva la Rinascita !!!!

WEB-0226.jpg

Federica e un incontro, un riconoscersi, una danza, una gioia.

 

Una donna professionale morbida, risoluta e comprensiva che sa leggere e accogliere i timori e le timidezze, insicurezze che si manifestano davanti alla macchina fotografica. Riesce a rendere tutto una danza, una festa.

 

Grazie Federica !

FRC_7604 (1).jpg

Primavera 2017 incomincio a percepire un senso di soffocamento e non è la solita asma stagionale.

 

È ben altro. Voglia di tornare a Respirare.

 

Un lavoro interessante e di Responsabilità per una multinazionale, ero riconosciuta a livello internazionale nel gruppo, un team di collaboratrici fantastiche, partecipavo ad un progetto Europeo che mi portava a passare settimane all'estero, una bella retribuzione: tutto perfetto.

 

Sì ma.. e io?

 

Io come individuo? le mie passioni? la mia casa? la mia famiglia? Soffocavo!

 

Esisteva solo il lavoro.

 

Prendo il coraggio e dico che è ora di voltare pagina.

 

Cerco un nuovo lavoro, con meno responsabilità, meno retribuzione, ma che mi facesse ritrovare un equilibrio.

Quando raccontavo della mia scelta erano tutti sorpresi, ma avevo deciso.

 

Trovo il nuovo lavoro: come lo volevo io ed in più vicino a casa. Cambio.

 

Dopo un mese e mezzo scappo: realtà invivibile dal punto di vista umano e finanziariamente traballante.

 

Ero in periodo di prova quindi vado via nel giro di qualche giorno concludendo però prima le scadenze del mese.

 

Ora ero a casa.

 

Nel giro di un 6 settimane era cambiato tutto! Non ero né spaventata né demoralizzata.

 

Dopo 48 ore a casa mi chiamano da una società di selezione… un contratto di 8 mesi: "Le va bene?" Mi chiedono... certo!

 

Ecco, dopo 4 mesi mi hanno assunta a tempo indeterminato.

 

Ho ritrovato il tempo per me, per le mie passioni vecchie e per trovarne di nuove, ho incontrato persone e tutto ciò mi ha arricchito ma soprattutto… ho ripreso a respirare.

FRC_2858.jpg

le storie e le testimonianze che trovi in questa pagina

sono solo una piccola parte
della ricchezza 
raccolta negli anni

sono il motivo per cui
faccio fotografia

a volte possono essere luccicanti, altre volte un po' scure...
possono essere anche semplici 

per ritrarre e far venire alla luce

la parte di te che conservi

"diversa" dentro al tuo animo.

#ritrattieracconti


 

FRC_1491.jpg

immagina

≈ Che questo è un viaggio che nessuno prima d'ora ha fatto
Alice, le sue meraviglie e il Cappellaio Matto
Cammineremo per 'sta strada e non sarò mai stanco
Fino a che il tempo porterà sui tuoi capelli il bianco... ≈ 

(torna a casa, Måneskin 2018)